FTSE, DAX, EUROSTOXX Rep. 9/2017

/ / Evolution, Focus futures, Free, Pro, Report, Smart

Forniamo, come da abitudine, i livelli d’ingresso, con relativi supporti e resistenze, sui tre principali futures scambiati per la settimana entrante.

Ricordiamo che ,avere dei punti d’ingresso e di uscita dalla posizione per la sua corretta gestione, unitamente al corretto dimensionamento dell’investimento, consente di poter usufruire anche di questi strumenti finanziari con un  rischio “controllato” e “prevedibile”: controllato perché stabiliamo dei punti di uscita dalla posizione in stop loss  e prevedibile proprio perché è possibile, anzi indispensabile, calcolare l’esatto ammontare della perdita che possiamo sopportare finanziariamente ma anche psicologicamente.

E’ doveroso quindi conoscerne le caratteristiche principali prima di avvalersene  tuttavia, preferibilmente in spread, risultano essere strumenti finanziari particolarmente indicati per l’attività di trading soprattutto per la loro liquidità, per la facilità cioè con la quale si possono negoziare sui mercati in qualsiasi momento della giornata. E ai prezzi correnti.

 

FUTURES FTSE MIB marzo 2017

La settimana appena trascorsa vede il FTSE MIB appoggiarsi in chiusura alla fascia supportiva dei 18.500 punti. I segnali inviati negli ultimi giorni sono caratterizzati da una generale debolezza del nostro listino, appesantito come sempre, dalle performance dei titoli finanziari. La soglia dei 19.000 si sta dimostrando più ostica di quanto ci si aspettasse, nonostante le continue sedute da record dei mercati americani.

Registriamo, anche questa settimana, scambi record sui CDS che raggiunge la soglia critica e psicologica dei 200: mani importanti continuano a coprirsi dal rischio di fallimento della nostra economia e questo non può lasciarci disattenti.

Sotto il profilo dell’analisi tecnica, il derivato attualmente non fornisce un chiaro segnale: il superamento della forte area di resistenza collocata in area 19.100 o il cedimento della altrettanto forte area supportiva collocata in area 18.500 – 18.400 fornirà un segnale sulla prossima direzione del nostro indice.

Le attese sono per una prosecuzione del trend rialzista in atto e, quindi, ci attendiamo in settimana un nuovo assalto alle resistenze citate. Sotto il grafico della scorsa settimana: visibili resistenza a 19.100 e supporto in area 18.500

Dunque: R1 area 19.100; R2 area 19.500; R3 area 19.850
                 S1 area 18.500; S2  area 18.200; S3 area 17.900

 

FUTURES DAX marzo 2017

Il DAX termina la settimana fornendo, al momento un falso segnale di esaurimento di questo movimento laterale in atto dai primi giorni dell’anno.Sembrava aver avuto ragione dei precedenti massimi in area 11.900 e che potesse attaccare con successo i 12.000 punti.

Complici i deludenti date macro, soprattutto per il surplus della bilancia commerciale tedesca che comincia a rappresentare un problema a Bruxelles, e la debolezza del comparto finanziario, il derivato ha ripiegato bruscamente respinto nuovamente dalla soglia dei 12.000.

Solo la rottura della forte area di supporto collocata in area 11.400 – 11.500 indicherà l’inizio di una correzione più importante con primo supporto l’area 10.800, dove dovrebbero riprendere gli acquisti.

OPERATIVAMENTE

Long alla rottura dei massimi in area 12.050 con obiettivo area 12.400.
Short alla rottura di area 11.500-11.400 con obiettivo la forte fascia supportiva in area 10.800 dove dovrebbero riprendere gli acquisti.

 

 FUTURES EUROSTOXX marzo 2017

Anche l’indice EUROSTOXX è alle prese con la ormai nota area di resistenza collocata in area 3.330 – 3.350.

La settimana appena conclusa ha visto ritoccare i massimi di periodo, seppur marginalmente, per poi ripiegare bruscamente verso il primo supporto in area 3280 dove il derivato ha trovato una pronta reazione. Graficamente il quadro rimane favorevole, ma il non riuscire ad aver ragione delle resistenze fiacca un pochino il sentiment di fondo. 

La rottura corale e con volumi di area 3.350 fornirà il segnale d’ingresso long sul derivato. Viceversa il cedimento (al momento poco probabile) di area 3.200 darà il segnale di ingresso short per una correzione fino area 3.100, dove dovrebbero riprendere gli acquisti.

OPERATIVAMENTE 

Long alla rottura dei massimi in area 3.350 con obiettivo area 3.400.
Short alla rottura del minimo della scorsa settimana in area 3.220 con obiettivo la forte fascia supportiva in area 3.100-3.080 dove dovrebbero riprendere gli acquisti.

 

DISCLAIMER

Questa analisi non costituisce in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria, né offerta al pubblico: le informazioni pubblicate sono di natura standardizzata e generale e non costituiscono pertanto una precisa raccomandazione ad investire, ad acquistare o vendere alcuno degli strumenti finanziari analizzati. 

Eventuali decisioni di investimento che ne dovessero conseguire sono assunte, da parte dell’utente, in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio.

TORNA SU

Condividi sui Social

Prova