DAX futures: analisi grafica Rep. 58/2017

/ / Evolution, Focus futures, Free, Pro, Report, Smart

DAX FUTURES

Settimana di scadenze tecniche anche per il derivato sull’indice tedesco: venerdì, infatti, andrà a scadenza il futures di settembre e le nostre analisi le faremo, ovviamente, sulla scadenza di dicembre. 

Piccolo riassunto di quanto successo negli ultimi tre anni: Il derivato dopo aver fatto registrare un massimo importante nel mese di aprile del 2015, arrivando a toccare area 12.300, ha sopportato una tanto veloce quanto violenta correzione che ha in pochi mesi, portato l’indice al forte supporto di area 9.000, dove ripresero copiosi gli acquisti. La correzione si esaurì nel mese di febbraio e l’esito del referendum post Brexit non portò a nuovi minimi, come avvenne per esempio sul nostro mercato. Quindi la ripresa di un up trend che, in sintonia con quanto avveniva sul mercato americano, portava il derivato a fare in successione nuovi massimi assoluti in area 13.000. Il seguito è il presente: anche il dax entra a inizio estate in un canale discendente con massimi e minimi decrescenti che ingabbia le quotazioni offrendo anche in questo caso ottime possibilità di operazioni tanto veloci quanto redditizie.

Siamo ora in area 12.300 (massimi di aprile 2015) e oltretutto sulla parte alta del canale in attesa di prendere una decisione sul da farsi.

La settimana entrante ci dirà se i corsi prenderanno nuovamente la via della base del canale ovvero se la fuoriuscita avvenuta oltretutto in chiusura settimanale, ci fornirà segnale di esaurimento della correzione e ripresa del movimento ascendente verso i precedenti massimi di area 13.000.

In basso il grafico degli ultimi 6 mesi dai quali si può notare la fuoriuscita dal canale e quindi il momento decisivo per le quotazioni: falsa rottura e rientro nel canale o decisa rottura e la ripresa del cammino verso i nuovi massimi di area 13.000?

 

 

 

 

 

 

Notiamo come dal mese di giugno, mese d’inizio della correzione, la parte alta e la parte bassa del canale con i suoi supporti e le sue resistenze dinamiche ha offerto sempre delle buone occasioni d’ ingresso a mercato e con rischio oltretutto limitato. Decisivo in tal senso sarà, come sempre, anche il sentiment generale e la tenuta delle quotazioni in America alle prese soprattutto con le conseguenze dell’uragano Irma. 

Come sempre buon trading.

 

DISCLAIMER

Questa analisi non costituisce in alcun modo un servizio di consulenza finanziaria, né offerta al pubblico: le informazioni pubblicate sono di natura standardizzata e generale e non costituiscono pertanto una precisa raccomandazione ad investire, ad acquistare o vendere alcuno degli strumenti finanziari analizzati. 

Eventuali decisioni di investimento che ne dovessero conseguire sono assunte, da parte dell’utente, in piena autonomia ed a proprio esclusivo rischio.

TORNA SU

Condividi sui Social

Prova